Tributi: i provvedimenti della Giunta Barbieri a favore di famiglie e attività

Tributi: i provvedimenti della Giunta Barbieri a favore di famiglie e attività

07/05/2020

Scadenza delle imposte posticipata al 30 Giugno, TARI a Settembre, annullate rette mensa, scuolabus e asilo nido comunale per il periodo Marzo-Giugno, contributi a sostegno della scuola paritaria e nido privato. Saranno gratuiti gli aumenti di occupazione di suolo pubblico. Riparte la consegna dei “buoni spesa” grazie alle donazioni al “Fondo di Solidarietà Alimentare”.

In attesa del Decreto del Governo “ex aprile”, l’Amministrazione comunale di Mondolfo ha già provveduto autonomamente ad attivare provvedimenti a favore di famiglie e attività. 

La Giunta ha, infatti, deciso di sospendere il pagamento dei tributi comunali posticipandone la scadenza al 30 Giugno 2020. Sono state posticipate, quindi, le scadenze relative all’Imposta Comunale sulla Pubblicità, ai Diritti sulle Pubbliche Affissioni e alla Tassa Occupazione Spazi ed Aree Pubbliche. Sono altresì sospese, fino al 30/06, anche le rateizzazioni dei pagamenti dei tributi comunali già autorizzate con appositi atti in scadenza nel periodo aprile e maggio. Prorogati alla stessa data anche i termini per il pagamento dei canoni di locazione e concessori relativi all’affidamento degli impianti sportivi dell’Ente.

Una scelta, quella di posticipare le imposte comunali, che era già stata presa nel mese di Aprile quando si era deciso di rinviare la scadenza al 31 Maggio, prorogandola con ulteriore provvedimento fino al 30 Giugno. Mentre per quanto riguarda la TARI, si è stabilito di sospenderne il pagamento posticipandone la scadenza a Settembre.

Inoltre, nelle settimane scorse l’Amministrazione comunale ha confermato che non dovranno essere pagate dalle famiglie le rette di mensa, asilo nido comunale e trasporto scolastico relative al periodo di sospensione delle attività da Marzo a Giugno.

Per quanto riguarda il servizio di trasporto scolastico, in accordo con il fornitore del servizio, è stato precisato che gli utenti che hanno provveduto al pagamento annuale o al pagamento della terza rata verranno rimborsati per i mesi di mancato servizio.

Sempre in tema di servizi educativi, la Giunta comunale ha deciso di erogare contributi a favore della scuola materna paritaria e del Nido privato presenti sul territorio comunale. Una decisione - ha tenuto a precisare il Sindaco, Nicola Barbieri - che va a favore delle strutture che, seppur private, svolgono un servizio importante per la comunità. Strutture per ora dimenticate dal Governo nel Decreto “Cura Italia” di Marzo, noi, invece, non vogliamo lasciare indietro nessuno. Un contributo che verrà ripartito tra le due strutture in base al numero degli alunni iscritti, in totale sono circa 90 i bambini che usufruiscono dei servizi educativi della scuola dell’infanzia “Maestre Pie Venerini” e dell’asilo nido “Piccoli Passi”. 

 

La volontà della Giunta comunale è anche quella di concedere a titolo gratuito l’ampliamento dell’occupazione di suolo pubblico o la richiesta ex novo della stessa, a tutte quelle attività economiche che ne avranno necessità, a seguire le nuove disposizioni di sicurezza, disposte dal Governo. Su questo punto, però, l’Amministrazione è in attesa del nuovo decreto “ex aprile” in cui tra le misure economiche dovrebbero essere previste ulteriori esenzioni a favore delle attività.

Per quanto riguarda il sostegno alle famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza Covid-19, dopo gli oltre 350 nuclei del territorio che hanno potuto beneficiare dei buoni spesa ad Aprile, l’Amministrazione comunale ha previsto la consegna di ulteriori buoni spesa grazie al Fondo di Solidarietà Alimentare del Comune di Mondolfo che in poche settimane ha superato la cifra di 9.000 euro grazie alle generose donazioni della Città gemellata di Iffezheim e anche aziende e cittadini del territorio. “Utilizzeremo le somme donate – ha confermato la Giunta comunale - per aiutare, attraverso i Servizi Sociali, le persone più bisognose del nostro Comune.”

 “Stiamo facendo del nostro meglio – hanno concluso gli Amministratori - per cercare il più possibile, con gli strumenti che abbiamo a disposizione noi Comuni, di aiutare le famiglie e le attività del territorio. Oltre a questi provvedimenti, servono interventi urgenti e aiuti dal Governo centrale, auspichiamo che questi arrivino il prima possibile con il prossimo Decreto “ex aprile”, fino adesso i Comuni sono stati lasciati soli a gestire questa emergenza.”